Osteopatia somatoemozionale

Curare i traumi attraverso la liberazione somato-emozionale.
Molte persone durante le sedute di trattamento osteopatico tirano fuori delle emozioni
liberandosene: emozioni che sono espressione di ciò che è stato conservato nel corpo per molto
tempo sotto forma di energia trattenuta o come memoria di un trauma fisico o psichico.
Ad esempio in seguito ad un trauma o ad una caduta,ci si fa molto male alla schiena.
Rimane nei giorni successivi un pò di dolore e poi tutto passa e ci si dimentica; cinque o dieci anni
dopo o per la perdita della madre,o un divorzio, riappare il dolore.
In questo caso non si pensa ad un legame tra i due avvenimenti,infatti si pensa al mal di schiena che
compare a causa di uno sforzo fisico.
In questo caso altre persone avrebbero sviluppato un’eczema, un diabete,una
periartrite,l’ipertensione, ecc secondo la specificità della loro implacabile memoria del dolore.
E’ per questo che la liberazione somato-emozionale aiuta nella risoluzione di problematiche che
altrimenti rimarrebbero tali e quali.
Ognuno di noi ha un vissuto corporeo e la nostra postura,il nostro fisico ci parla di noi ,di come noi
ci siamo posti nei confronti dell’ambiente che ci circonda.
Nell’età adulta si dovrà fare i conti con queste posture che nel tempo portano con sé anche il peso di
ulteriori traumi come incidenti ,interventi chirurgici, separazioni ,lutti ecc, rompendo un sistema
che è in equilibrio o in apparente equilibrio.
Ad esempio il diaframma muscolo della respirazione utilizzato sempre e ancora di più in casi di
stress, traumi emotivi o conflitti può comportare in caso di ipertono ad una iperlordosi lombare,
ad una riduzione di mobilità della gabbia toracica e creare problemi digestivi ,se si va a guardare
anche l’aspetto anatomico e le relazioni con il sistema neurovegetativo.